Triangoli

7 Gennaio 2009 1 commento


 

"La mia mano sul cambio della macchina era desiderosa di stringere la sua,ma Tom sembrava spaventato e intimorito da quella situazione. Chissà per quale assurdo motivo,era sempre lui a ricordarmi le nostre scomode posizioni,a riportarmi alla realtà.

Prosegui la lettura…

E’vero!

3 Ottobre 2007 6 commenti

Tempo fà avevo un’idea, una voglia matta di far pubblicare un libro, l’unico e il primo che sia mai riuscita a scrivere. Ne ero soddisfatta perchè poteva dare una lezione a qualcuno, perchè svelava la verità, non nascondeva nulla..era limpido.

Prosegui la lettura…

La vera gioia

1 Settembre 2007 2 commenti

Mi trovo davanti a questa pagina che non aprivo da tanto, troppo.

Prosegui la lettura…

Emozioni

17 Luglio 2007 4 commenti

L’amore c’è!

9 Giugno 2007 10 commenti


Quando siamo nella sua macchina stesi sui sediolini credo che quello sia il posto più bello dove stare, la ?nostra? casa, piena di magia.
Ha gli occhi chiusi e io gli passo la mano tra i capelli, vorrei cullarlo per ore ripetendogli che non avrei potuto essere più fortunata. L?amore non te lo spieghi, non ti fai domande, non ti immagini risposte. L?amore è questo. Quello che non chiede. Quello che ama e basta. Non quello che ti imprigiona.
L?ossessione non è amore, è solo un labirinto dal quale non si sa come uscirne.
Un bel principe mi ha trovato e mi ha condotto all?uscita con lui, mano nella mano. Mi ha curato il cuore e mi ha insegnato cosa vuol dire amare. Finalmente ho imparato a farlo. E ho capito la differenza tra un?innamoramento e l?amore vero. Il primo lo si può provare sempre e con chiunque. Sono cotte dalle quali ti sembra impossibile allontanarti, ma che all?improvviso finiscono.
Si, proprio così come iniziate. E non c?è una lunghezza di tempo standard. Possono durare attimi, mesi, anni.
Solo alla fine ti rendi conto cosa sono state. Solo alla fine riesci a classificarle.
Ma l?amore è un?altra cosa.
Quanto vorrei spiegarlo, ma non trovo le parole giuste.
I significati dell?amore si nascondono, non sono visibili a tutti.
Li vede solo chi li vive, li sente, dentro di sé.
Sono prigionieri dei gesti, delle parole.
Ma soprattutto dei silenzi.
L?amore trionfa sempre, ma lo fa in silenzio.
Non serve acclamarlo, bisogna difenderlo.
Ed io lo difenderò, lo terrò stretto a me, chiuso nell?organo più prezioso che ognuno di noi possiede.
L?amore ti abbraccia ma non ti possiede. Se vuoi andare, ti lascia farlo.
L?amore è libertà.
Riesce a tirar fuori la parte più bella di te.
E quando ami e sei amata, ti senti la migliore, non ci sono scuse. E lo sei. Perché una persona che ama deve sentirsi migliore.
Ha una marcia in più, è più vicina all?irraggiungibile, è più vicina a Dio.
Vorrei avere Davide per l?eternità accanto a me, con tutti i suoi pregi, con tutti i suoi difetti. Sono sicura di poter dire anche adesso che sarà per sempre, ma se non dovesse durare, se la porta del destino dovesse chiudersi per noi, io sarò sicura di aver amato davvero, di aver toccato l?apice.
La vita ti offre dispiaceri, ostilità, sfide, ma quando ti regala l?amore assaporalo e fa? che sia per sempre. Quando lo riconosci non fuggire, non farlo, vagli incontro e vivilo nella sua immensità.
Tanto non serve scappare, se è vero ti rincorrerà e sarà con te. Per sempre.
L?amore è un gioco che non può essere vinto, ma solo giocato. Ed io gioco e continuerò a farlo, cercando di difendere a spada tratta il mio posto in campo, ora e per sempre.. accanto a Davide.
Continuo ad accarezzarlo e starei così per ore.
Ha i capelli così morbidi, lo sguardo così dolce, la voce così rassicurante, le braccia così forti per avvolgermi nel suo calore.
Apre gli occhi.
In modo così naturale e spontaneo, mi sussurra:
-?Ti amo Cry.?
I miei occhi lucidi ed emozionati sono già una grande risposta.
Ma voglio dirglielo anch?io.
Voglio che lo sappia, che ne sia sicuro.
-?Ti amo.?
Due parole racchiuse in un momento indimenticabile che vorrei trattenere a me. Ma non serve imprigionarlo. E?già dentro me. Ora.. e per sempre.

?Speravo tu esistessi.. ma non immaginavo tanto.?

E adesso che sono felice vorrei urlare a Luca cosa vuol dire esserlo davvero, senza segreti, senza bugie.

L?amore esiste ancora. Forse non c?è tra l?ipocrisia della gente, forse non c?è nei paesi dove ogni giorno qualcuno soffre e muore per l?egoismo di molti, sulla copertina di un giornale, negli avvenimenti di cronaca che ogni giorno toccano il nostro udito, nella vita quotidiana tra un?ingiustizia e l?altra.. e nemmeno nel letto di un amante, ma l?amore è dentro ognuno di noi. Basta solo liberarlo.
L?amore esiste ancora: è all?interno di un gesto, di uno sguardo materno, di un abbraccio familiare, di una voce dolce, di una passione. E?racchiuso nelle piccole cose, in una mano che sfoglia un libro ansiosa di volerlo continuare, nell?attesa di un ritorno, nelle note di una canzone, in un pensiero, in una foto guardata con dolcezza, nel guidare lungo una strada piacevole da percorrere, nello scontro per caso con un vecchio amico scoprendo che certe cose non cambiano mai, in uno spettacolo, in un?emozione, in un sogno, in una rassicurazione.
C?è sempre attorno a noi: basta guardare oltre.
Eliminare il superfluo e cogliere l?essenza.

Nero su bianco

5 Giugno 2007 3 commenti


La posta elettronica è uno strumento di lavoro formidabile: le lettere si spediscono con un semplice click del mouse, vengono recapitate nell’arco di pochi secondi e praticamente non vi è alcun costo ne? alcun francobollo, sia che si spedisca una e-mail alla settimana o mille e-mail al giorno. Ma la lettera cartacea scritta con la penna ha un fascino diverso, l?inchiostro ?sporca? il foglio bianco come una macchia indelebile impressa nei ricordi della nostra vita. La magia incomincia con l?attesa dell?arrivo della busta che hai aspettato con ansia per alcuni giorni. Quando sfili il foglio e ne senti il fruscio, avverti una sensazione unica stringendolo fra le mani, fino ad arrivare, chiudendo gli occhi, a percepire perfino l?odore di chi ti ha scritto.

[Noi] e lui..

11 Maggio 2007 14 commenti


Delusione. E’ quella che si prova guardandosi alle spalle e vedendo solo merda. Capendo di aver permesso ad uno stronzo di entrare nella tua vita, troppo. Io che una volta credevo che l’amore vero esistesse, che mi stava travolgendo, che stavo vivendo emozioni incredibili con il ragazzo che avevo voluto per anni. Stronzate, solo pure e semplici stronzate. Crediamo di capire sempre e in ogni istante ciò che passa per la testa delle persone, illudendoci che possano ascoltare le nostre stesse vibrazioni e possano viverle a loro modo. Invece no, non abbiamo capito un cazzo. Ci siamo solo fottutamente fatte prendere in giro. La colpa c’è …ma da che parte?

“Nè il ricordo di un evento passato nè la sua anticipazione
possono essere confusi con l?evento.
Il passato ed il futuro
esistono solo come proiezioni dell?eterno presente.”

Ho cercato di idealizzare troppo gli eventi, le palpitazioni, ho creduto che in quel momento lui fosse vicinissimo a me..invece eravamo nella stessa macchina ma in un’altra dimensione. Lui era chissà dove e io troppo vicina ad un uomo che non esisteva. Ero sola. Già dalla prima sera in cui siamo usciti insieme. Ero sola sempre, prima, mentre e dopo.
Forse se non mi avesse mandato questa inutile lettera sarei riuscita a ricordarlo ancora con un briciolo di sorriso, ma dopo questo monologo di cui solo lui ha capito la motivazione credo di poter essere sicura che di bene, non me ne ha voluto nemmeno un pizzico.
Fino a un anno fa quelle dolci melodie estive mi riportavano lì, nel mondo incantato che solo la mia fantasia poteva costruire. Perchè la magia, le atmosfere sono cose che creiamo noi, che vediamo solo noi. In realtà, esistono solo perchè le facciamo esistere noi.
Adesso posso dire di sentirle davvero, le vedo con lui, il mio unico dolce e grande amore. Ogni volta che lo guardo negli occhi capisco che sono contenta di aver sbattuto la testa mille volte prima di arrivare a lui, perchè quando gli sussurro di amarlo..mi sembra che sia la prima volta che veramente lo faccio. Perchè quando si poggia sulle mie gambe e si fa accarezzare lo fa con amore, perchè quando mi riempe di attenzioni lo fa perchè ha bisogno di me. E io di lui. Forse ancora di più.
Quando mi sento sola e delusa è la prima persona che voglio, che cerco, che può guardarmi e farmi stare bene. Non credo di avere parole a sufficienza per spiegare ciò che vuol dire per me, tutto ciò che significa è racchiuso nei nostri gesti, nelle nostre parole, nei nostri sguardi e nessuno potrà mai capirlo al di fuori di noi. Anche se provassimo a spiegarlo sarebbe un’inutile e vuota spiegazione. Sarebbe un’assurdità.
Quando gli ho fatto leggere quella lettera, mi ha guardato per un istante. Sapeva benissimo cosa io avessi provato per quel ragazzo e quanti anni avessi passato a piegarmi su di lui per avere un pò del suo amore.. e quella lettera certamente non dimostrava il contrario. Spiegava solo una sorta di autocelebrazione che già conoscevo molto bene, ma elevata all’ennesima potenza. Cercava nei miei occhi una risposta..e l’ha trovata:delusione.
Mi ha capito, non ha approfittato della rabbia che in quel momento sapevo celasse dentro e mi ha sostenuta. Ha voluto capirmi, ha voluto conoscere le mie emozioni.

“So che per qualche motivo, ogni passo che ho fatto da quando ho imparato a camminare, era un passo verso di te.”

Mi ha spogliato di un abito che ho indossato spesso, un abito di sufficienza che mi permetteva di sfuggire alla verità. Si, perchè sapere che il ragazzo per cui hai sbattuto la testa per anni ti ha solo preso per il culo credo sia la delusione più grande. Oltre che nei suoi confronti, soprattutto nei tuoi.
Perchè Cara Grà, sei stata una stupida, sei stata cieca, hai voluto sempre fare di testa tua, ascoltando vane sensazioni e non la verità. Le orecchie ti bruciavano quando ascoltavi di essere stata niente per lui, “se non una parentesi da dimenticare, che di importanza non ne hai avuta, e che non è il caso di umiliarti ancora per chi nemmeno ti considera.” Ti bruciava sentirtelo ripetere, perchè credevi fosse rabbia, perchè credevi fosse risentimento da parte sua, ma in cuor tuo non hai mai voluto credere che quella fosse la pura verità, che quel ragazzo che ti diceva di volerti bene in realtà non lo metteva in atto. Cara Grà, hai sbagliato, ma non tutto ti è venuto contro. Hai sofferto, la la tua sofferenza ti ha portato qualcosa di ancora più grande, che vale la pena di custodire dentro te come un grande segreto. Forse è per questo che non voglio scrivere di lui, lo voglio custodire tra due parentesi che sono solo nostre. Perchè rispetto a queste banalità che m’hanno circondato per anni, lui è prezioso.
Quindi che dire, non sono talmente orgogliosa da dire che non sei stato niente per me, questo no. Sei stato tanto, ma un tanto derivato da ciò che io provavo e non certamente da quello che tu mi hai trasmesso. Quel tanto è però nulla in confronto a ciò che ora ho, un ragazzo che vale la pena di vivere. L’addio che t’ho dato dentro me è scaturito più di sette mesi fa, con l’unica differenza che non te l’ho comunicato.
Questo tuo monologo è stato in una parola “inutile”. Anzi, sai..forse è servito a rendermi ancora più orgogliosa di ciò ho e che non cambierei per nulla al mondo. Non ne ho trovato il senso adesso, di punto in bianco, dopo tutto questo tempo.
Se qualche volta m’è capitato di parlare e scrivere di te è per un semplice, dolce e maledetto ricordo che dentro me sorrideva. Ora sicuramente incrementato dalla delusione e dalla rabbia per quello che tu non hai mai capito, e dalla tenerezza che la persona che sei diventato(o che dovrei dire che sei sempre stato ma che non ho mai conosciuto)mi fa!
Sono contenta per me di aver idealizzato una persona così, ma amareggiata per te perchè in realtà, quella persona che solo io vedevo, non esiste.

“Caro mio peggior nemico, travestito da santone..vaffanculo.”

E’ tutto un attimo

25 Marzo 2007 8 commenti


Io che scambio l’alba col tramonto
poi mi sveglio tardi nei motel
sbadiglio sopra un cappuccino
e pago il conto al mio destino
è tutto un attimo..

Io che firmo il nome come viene..
dormo spesso accanto al finestrino
mi trucco il viso più deciso
e vivo il tempo più vicino
è tutto un attimo..

la mia vita è questa qua
e un’altra dentro non ci sta
questa vita siete voi
questo cuore immenso che
solo se ci penso già sento tesa l’anima
la mia vita siete solo voi…
siete voi…solo voi
voi… solo voi

Io che scambio amori fino in fondo
solo nei momenti miei con te..
immaginando anche un bambino
chiedo il resto al mio destino
è tutto un attimo..

la mia vita è questa qua
e un’altra dentro non ci sta..
questa vita siete voi
questo cuore immenso che
solo se ci penso già sento tesa l’anima
la mia vita siete solo voi…
siete voi…solo voi
voi… solo voi

Io vivo in mezzo a troppi cuori..
io vivo dentro e vivo fuori
è tutto un attimo..

Voi… solo voi
Voi… solo voi

-Anna Oxa-

Sarà così facile?

18 Febbraio 2007 7 commenti


“Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che mi maltrattano.
A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra.
A chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica.
Dà a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo.
Ciò che volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro.
Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete?
Anche i peccatori fanno lo stesso.
E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete?
Anche i peccatori fanno lo stesso.
….con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio.”

Dal Vangelo secondo Luca 6, 27-38

Buon compleanno

16 Febbraio 2007 2 commenti


E’paradossale, ultraterreno, illogico, al di fuori di ogni pensiero razionale.
E’la fede che mi chiama, mi guida, mi spinge.
E’l'amore per te, null’altro.
E’speranza.
Auguri di buon compleanno, anche se non posso baciarti dicendotelo.
Magari gli angeli ti avranno organizzato una festa, staranno a coccolarti tutto il giorno e sarà il primo compleanno insieme a loro.
Qui giù ci manchi, ma non importa.
Questo è secondario, l’importante è che tu stia bene.
Come averne la certezza?
Non potrò mai.
Ma mi piace immaginarti così. Felice.
Buon compleanno, nonnino.
Ti amo, sempre di più.